Trani
21
scattered clouds

More

Social Media

Light
Dark

Andria: ennesima aggressione ad infermieri in Pronto Soccorso

Non è la prima volta e forse non sarà l’ultima, ma in questo periodo fatto di sofferenza di tutti e per tutti, aggredire personale sanitario che combatte, lavorando, in prima linea un nemico che sta mietendo vittime e angosce davvero non ha spiegazioni. Il virus sta mettendo a dura prova tutte le infermiere e gli infermieri, con grandi difficoltà e piccole risorse: da parte nostra c’è la certezza della professionalità e della deontologia nel prendersi cura dei cittadini e della propria salute.

Quel che è accaduto qualche giorno fa, l’ennesima aggressione, nel Pronto Soccorso dell’Ospedale Bonomo di Andria lascia basiti ed inermi. In un luogo di fatica, sangue ed emergenza serve la collaborazione di tutti, non solo per noi ma per chi soffre e ha bisogno della nostra assistenza. Tutta la famiglia professionale della BAT è vicina ai colleghi aggrediti mentre svolgevano il proprio lavoro in questo delirio sanitario senza precedenti, e spetta solo alle autorità competenti accertare i fatti e ciò che ne potrà conseguire.

Noi professionisti della salute, infermiere ed infermieri, siamo e saremo accanto ai cittadini sempre. Saremo il punto di riferimento in questa pandemia che non si arresta ma che cresce sempre più. Noi siamo dalla vostra parte, come tanti cittadini sappiamo essere dalla nostra, ed auspichiamo che questi episodi, che non meritano alcun commento, non si ripetano più per il bene di tutti e per il bene supremo che è la salute.

Cogliamo l’occasione di ricordare a tutte le colleghe ed i colleghi di segnalarci eventuali altri episodi o situazioni che ne favoriscano l’insorgenza.