Condotte inopportune degli Infermieri sui social? Altolà della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) che rappresenta gli oltre 440mila professionisti presenti in Italia (il più grande Ordine professionale italiano.

I 102 presidenti degli Ordini provinciali riuniti nel Consiglio nazionale hanno sottoscritto un documento sulla condotta dei loro iscritti sui social.

Guai all’infermiere che qualificandosi tale agisce sui social e sul web, magari creando anche un profilo fake, mancando di decoro, di rispetto, usando turpiloquio, rinunciando a ogni possibilità di confronto costruttivo e sereno, parlando senza cognizione di causa sia in merito a evidenze scientifiche sia in merito a una consapevolezza ragionata dei fenomeni di cui discute: Federazione e Ordini provinciali interverranno sul piano disciplinare.

La scelta di un posizionamento ufficiale che preveda maggior rigore nei confronti di chi utilizza i social qualificandosi come infermiere minando l’immagine di tutta la comunità professionale che ne esce mortificata sul piano etico, deontologico, culturale e frenando la credibilità politica istituzionale delle rappresentanze nei confronti della società civile, politica, professionale, nasce dai troppi casi in cui ultimamente una compattezza professionale avrebbe potuto ottenere vantaggio dalla comunicazione social mentre l’atteggiamento e l’uso improprio di alcuni sono diventati vetrina di una minoranza professionale livorosa, aggressiva e violenta che danneggia tutti.

La FNOPI e tutti gli Ordini provinciali ritengono quindi indispensabile dotarsi di una policy (o anche di condividere una netiquette – la buona educazione in rete - con i propri utenti) per poter moderare in modo corretto e trasparente le discussioni generate dai post pubblicati e comprendere che non tutti i contenuti sono adatti a Facebook: le immagini possono trovare spazio su Instagram, i video su Youtube, i posizionamenti istituzionali su Twitter, gli approfondimenti e i documenti ufficiali sul sito istituzionale e così via.

Cinque i passaggi mutuati dal Codice Deontologico vigente da rispettare se ci si qualifica come infermiere su ogni piattaforma comunicativa:

1) tenere conto dei valori etici, religiosi e culturali, del genere e delle condizioni sociali della persona;

2) impegnarsi a cercare il dialogo, nel caso di conflitti determinati da diverse visioni etiche;

3) perseguire uno spirito di collaborazione e confronto con i colleghi o con altri professionisti sanitari e non;

4) riconoscere e valorizzare lo specifico apporto degli altri attori che operano nell’equipe;

5) tutelare il decoro personale e il proprio nome e salvaguardare il prestigio della professione.

“Se i mezzi di comunicazione oggi ci hanno dato libertà di parola su ogni argomento e in ogni contesto – sottolinea nel documento la FNOPI - questo non significa che tale libertà sia esente da conseguenze anche disciplinari”.

Per questo Federazione e Ordini hanno deciso di agire. Ogni comportamento che leda la professione e l’immagine dei professionisti attraverso i social sarà punito: la rappresentanza professionale si impegna a essere guida ed esempio per un buon uso dei social.

 

IN ALLEGATO IL PRONUNCIAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE FNOPI

 

Apprendiamo di improvvide dichiarazioni, riprese dai media, rese dal direttore generale della ASL BT, avv. Alessandro Delle Donne, in risposta al nostro grido d’allarme espresso in una nota del 29 giugno u.s. (Papagni (OPI BAT): "Con la mancata assunzione di personale nella ASL BT si stanno compromettendo le prestazioni sanitarie per i cittadini").

"Denunciamo ciò che stiamo vivendo. L'abbassamento dei Livelli di Assistenza è dovuto alla cattiva gestione del personale ed alla mancata e scorretta programmazione del fabbisogno di personale. Nella ASL BT, in particolare al "Bonomo" di Andria, si corre il rischio di accorpare reparti e ridurre i servizi che vengono erogati ai cittadini".

Sono queste alcune delle parole pronunciate dal Presidente dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche della BAT Giuseppe Papagni in riferimento ai tagli ed agli enormi disagi registrati nella sanità pugliese, dove la sospensione temporanea dei ricoveri dell'U.O. di Cardiologia del P.O. di Bisceglie "Vittorio Emanuele II", disposta fino al prossimo 10 agosto, è solo l'ultimo tassello di un puzzle che delinea le problematiche e le criticità che la sanità della sesta provincia pugliese sta affrontando.

"Il problema non è solo dei disservizi dell'ASL BT - continua il Presidente OPI BAT - ma anche della mancata assunzione di personale infermieristico sia dal concorso, i 34 Infermieri vincitori aspettano di essere convocati per la firma del contratto, sia da avvisi pubblici, con bando scaduto l'anno scorso a cui non è ancora seguita la delibera della graduatoria da utilizzare per queste occasioni di estrema urgenza".

Il Presidente dell'OPI BAT Papagni invita alla fine il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ad intervenire ed accogliere le esigenze dei cittadini in un periodo, quello estivo, che vede la riduzione del personale sanitario dovuta alle ferie estive, in un territorio con una forte vocazione turistica.

"L'ordine delle Professioni Infermieristiche farà tutto ciò che servirà per tutelare la salute dei cittadini, garantire le cure anche in questo particolare periodo" - conclude il Presidente Papagni.

 

 

Gli Ordini delle professioni sanitarie infermieristiche di Bari e BAT, in esito all’audizione in III Commissione sul DDL per la riduzione delle liste d’attesa effettuato lo scorso 10 maggio durante l’incontro del Consiglio Sanitario Regionale (VEDI), formalizzano delle considerazioni su un sistema “Complesso, variegato e di difficile lettura e accesso per i cittadini”.

L’Ordine degli infermieri della sesta provincia pugliese, a beneficio dei colleghi e di tutti i cittadini, dopo il successo televisivo del progetto “Scuole Sicure”, sono ritornati il 24 maggio scorso negli studi televisivi di Teleregione, sul canale 14 del digitale terrestre, per parlare dei numerosi progetti in cantiere.

Il 12 maggio, anniversario della nascita di Florence Nightingale, è diventato nel mondo la Giornata internazionale dell’Infermiere cogliendo l’occasione per far sì che la professione infermieristica “parli un po’ di sé” con i ricoverati negli ospedali, con gli utenti dei servizi territoriali, con gli anziani, con gli altri professionisti della sanità, con i giovani che devono scegliere un lavoro, con i cittadini, con tutti coloro – insomma – che nel corso della propria vita hanno incontrato o incontreranno “un infermiere”.

Rilanciare l’Infermieristica Italiana - Una sfida da vincere”.  E’ questo il tema scelto quest’anno per l’ormai rituale appuntamento con l’evento di Pugnochiuso (Vieste, provincia di Foggia), organizzato dall’Ordine degli Infermieri di Bari e Barletta-Andria-Trani.

L'Ordine delle Professioni Infermieristiche della BAT convoca tutti gli iscritti, ai sensi del DPR. n. 221 del 05/04/1950 art. 23 e 24, per l'approvazione del bilancio preventivo anno 2018 e consultivo anno 2017.

Accoglienza...disponibilità ...assortimento, sono le caratteristiche principali di questo negozio... Una vasta gamma di vestiario uomo-donna nel punto vendita al dettaglio Rubini abbigliamento, sito in Via A. Moro n. 51 a Bisceglie, che ha riservato per tutti gli infermieri della sesta provincia pugliese che presentano la tessera dell'OPI BAT una scontistica fino al 15% su tutto l'abbigliamento, scarpe ed accessori.

A proposito di viaggi” è un’attività  che si porta dietro una lunga esperienza di Tour Operator e corrispondenti in loco più qualificati ed è tra le agenzie leader specializzate nel settore del Turismo e dei Viaggi. Essa  mette a disposizione degli strumenti dove è possibile richiedere preventivi gratuiti per tutte le destinazioni da costruire tappa per tappa. I suoi operatori personalizzano il viaggio come un vestito fatto su misura, creandolo, stravolgendolo, adattandolo perfettamente alle singole esigenze.

  1. Notizie
  2. Comunicato
  3. Formazione

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31