Trani
21
scattered clouds

More

Social Media

Light
Dark

La ridefinizione e l’evoluzione delle competenze degli infermieri risponde ai bisogni dei cittadini e del sistema sanitario: la posizione dell’IPASVI

Il 20 novembre 2010 si è tenuto a Bologna il Consiglio della Federazione Nazionale dei Collegi Infermieri (FNC IPASVI) convocato in assemblea straordinaria per analizzare l’impatto dell’esposto presentato dall’Ordine dei medici di Bologna alle procure di Bologna e Firenze e definire la conseguente risposta della professione infermieristica.

L’esposto contesta in particolare il modello organizzativo “See & Treat” approvato dalle regioni Toscana ed Emilia Romagna per migliorare l’efficacia dei servizi di Pronto Soccorso e ridurre i tempi di attesa dei cittadini.

La contestazione retriva di una parte del mondo medico sorprende soprattutto perché il progetto sotteso al modello organizzativo “See & Treat” – ad oggi in corso di sperimentazione – non contiene sostanziali elementi di novità rispetto a ciò che gli infermieri italiani fanno già dagli anni Novanta: ne formalizza unicamente le funzioni e le responsabilità sulla base di specifici protocolli condivisi tra medici e infermieri, oltre a definire i correlati e puntuali percorsi formativi.

Dopo ampio ed approfondito dibattito e all’unanimità, il Consiglio della Federazione nazionale Collegi Infermieri:
– esprime sostegno e solidarietà ai professionisti  infermieri che operano nelle strutture sede  di  sperimentazione, apprezzandone l’alto livello di competenze, responsabilità e dedizione;
– ribadisce che l’obiettivo principale degli infermieri sono la qualità e la personalizzazione dei servizi sanitari rivolti alla persona, che costituiscono il focus dell’agire infermieristico;
– sottolinea che le attività in fase di sperimentazione sono svolte nel pieno rispetto delle leggi nazionali e degli orientamenti regionali ed aziendali;
– rifugge da strumentali provocazioni foriere di conflitti inter professionali, che danneggiano  l’attenta e responsabile risposta ai bisogni di salute dei cittadini;
– si impegna a mantenere un alto livello di collaborazione con i medici con cui da sempre gli infermieri condividono l’impegno assistenziale e curativo;
– esprime la volontà a proseguire in un confronto aperto e costruttivo che punti alla condivisione di valori, obiettivi e percorsi operativi.

Il Comitato centrale e il Consiglio della Federazione nazionale dei Collegi Infermieri, per  continuare a presidiare l’evoluzione della vicenda sul piano professionale, politico e giudiziario nell’interesse dell’intero Sistema sanitario e dei cittadini, si riuniranno nuovamente in Assemblea straordinaria nei giorni 17 e 18 dicembre 2010.

Lascia un commento