Il Piano nazionale cronicità rappresenta il primo vero adeguamento del Sistema Sanitario alle evidenze epidemiologiche emerse negli ultimi anni e la Cabina di Regia da poco costituita, di cui FNOPI fa parte, è il forse il primo vero esempio di multiprofessionalità che mette al centro il paziente: medici, dirigenti sanitari, infermieri e altri professionisti della salute, assieme ai cittadini e alle rappresentanze dei malati cronici,  riconoscono gli specifici campi di intervento, autonomia e responsabilità e garantiscono unitarietà dei percorsi di cura e di assistenza attraverso l'integrazione multiprofessionale degli obiettivi anche tramite criteri di verifica e di valutazione degli esiti e dei risultati.

Siamo infermieri prima di tutto, e crediamo nella forza della relazione, dell'ascolto, dell'inclusione, dall'autorevolezza che vince sull'autorità. Crediamo in un gruppo allargato, partecipato, che lasci spazio ad autonomie di pensiero e di cultura perché il rispetto della persona parte anche da questo”. Con queste parole Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione Nazionale delle Professioni infermieristiche (FNOPI) che rappresenta gli oltre 440mila infermieri presenti in Italia, si è rivolta nella sua relazione introduttiva al primo Congresso nazionale della Fnopi ai 3.500 infermieri riuniti nell’Auditorium Parco della Musica di Roma fino al 7 marzo.

Si apre all’Auditorium Parco della Musica di Roma lunedì 5 marzo il primo congresso della Federazione nazionale degli Ordini delle Professioni infermieristiche (Fnopi) che raccoglie gli oltre 440mila infermieri iscritti agli Ordini provinciali italiani. Il congresso durerà fino al 7 marzo e saranno presenti, per seguire i lavori divisi in quattro sessioni, 3.500 infermieri provenienti da tutta Italia.

Dopo dieci anni non è solo questione di rinnovo ma di dignità professionale”, forte è l’attenzione richiamata dalla presidente del FNOPIBarbara Mangiacavalli, sul rinnovo del contratto del comparto. Anche l’ordine provinciale della BAT, guidata dal presidente Giuseppe Papagni, si associa all’invito della Federazione Nazionale nel sostenere ogni iniziativa che punti a valorizzazione la professione infermieristica.

La Federazione Nazione degli Infermieri interviene sul braccio di ferro Governo-sindacati per il rinnovo – dopo dieci anni di assenza – del contratto delle professioni sanitarie, di cui gli infermieri rappresentano oltre il 75 per cento della forza lavoro.

Grande successo di partecipazione degli infermieri italiani in vista del XVIII Congresso nazionale IPASVI, in programma a Roma dal 5 al 7 marzo 2018. Questo è stato scelto come il Congresso degli Infermieri e quindi caratterizzato da un ampio spazio per idee, progetti e realtà sviluppate a dimostrazione delle capacità proattive e attuative di ripensare e ripensarsi dentro l’organizzazione e secondo processi per orientare l’agire e le competenze a favore dei bisogni dei cittadini e per aggiornare il sistema salute.

Si è insediata la cabina di regia del Piano Nazionale sulla Cronicità. Il suo compito sarà quello di coordinare a livello centrale l’implementazione del Piano e monitorarne l’applicazione e l’efficacia. Ne fanno parte, oltre al Ministero della Salute e alle Regioni, diversi attori istituzionali (Agenas, Iss, Istat ecc.) e non (Società scientifiche, Associazioni di tutela dei malati e così via) e ci sono anche gli infermieri.

Il Comitato Centrale della Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI, nella seduta tenutasi nella serata di venerdì 12 gennaio, ha definito le date per le elezioni per il rinnovo delle cariche nazionali al 27-28 e 29 gennaio.

“Oggi nasce la Fnopi, la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche, il più grande Ordine Professionale italiano per numero di iscritti. Un traguardo per il quale gli infermieri hanno corso oltre dieci anni, che conferma la crescita della professione e rende giustizia agli oltre 447mila professionisti che ogni giorno si dedicano all’assistenza dei più fragili e ai bisogni di salute delle persone”.

Barbara Mangiacavalli, Presidente della Federazione Nazionale degli Infermieri (ancora oggi IPASVI, ma tra poco, appunto, FNOPI) sottolinea con estrema emozione la conversione in legge del Ddl 1324-b “Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della Salute”, una legge che per gli infermieri apre le porte di una nuova era.

Il prossimo 24 novembre, dalle ore 8.30 alle ore 14, la Federazione Nazionale IPASVI organizzerà, con il patrocinio del Ministero della Difesa, la seconda edizione del convegno accreditato ECM dal titolo “L’infermiere nelle Forze Armate e di Polizia: prospettive operative e competenze avanzate”.

  1. Notizie
  2. Comunicato
  3. Formazione

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31